“Il mercato dei crediti di Carbonio forestali: uno strumento di lotta al cambiamento climatico e un’opportunità per il settore forestale”

Il mercato dei crediti di Carbonio forestali 10 12 2018 RomaIl giorno 18 Dicembre 2018 si è tenuto a Roma nella sede del CREA di Via Po 14 il seminario “Il mercato dei crediti di Carbonio forestali: uno strumento di lotta al cambiamento climatico e un’opportunità per il settore forestale”.

Il Seminario ha avuto inizio con i saluti del Dott. Enrico Pompei, Dirigente della Direzione Foreste (DIFOR) del Ministero delle Politiche Agricole alimentari forestali e del turismo, il quale ha confermato l’interesse della DIFOR alla tematica dei Progetti forestali di compensazione.

Anche la dottoressa Claudia Carpino della “Direzione generale sviluppo sostenibile il danno ambientale e i rapporti con l’unione europea” ha portato i saluti del Direttore generale Francesco La Camera che ha sottolineato l’importanza del settore forestale nella lotta al cambiamento climatico, tuttavia ha precisato che il mandato per operare in questo settore è passato alla direzione Clima ed Energia, non presente al seminario nonostante sia stata ufficialmente invitata.

Il Dott. Raoul Romano coordinatore del gruppo di lavoro del Nucleo Monitoraggio Carbonio, ha aperto i lavori ribadendo la necessità di fare chiarezza in un settore che al momento è sprovvisto di linee guida istituzionali.

Il seminario è poi proseguito con la presentazione del Prof. Davide Pettenella del Dip. Tesaf dell’Università di Padova, il quale entrato nel vivo dell’argomento, illustrando le criticità e i rischi che attualmente presenta il mercato dei servizi ecosistemici ma ribadendo anche le potenzialità finora inespresse di tali mercati.

Di notevole importanza e attualità è stato l’intervento della Dottoressa Lucia Perugini del CMCC che ha chiarito il quadro normativo internazionale di riferimento per il settore delle compensazioni agro-forestali e ha fornito le principali novità scaturite dall’appena conclusa COP 24 di Katowice.

Di seguito è stato presentato il Report “Stato del mercato forestale del Carbonio in Italia 2018” giunto ormai al settimo anno di pubblicazione. Il dott. Federico Pinato di Etifor ha sottolineato che il report ha registrato le transazioni sia del 2016 che del 2017 che ammontano in totale a 158.436 tCO2e.

I lavori sono proseguiti con la presentazione del Dott. Saverio Maluccio del Centro Politiche e Bio-Economia del CREA che ha illustrato gli esempi di mercati volontari presenti in altri Paesi europei, le prospettive future del mercato e nello specifico quali potrebbero essere le possibili tipologie di progetti realizzabili in Italia nel post 2020.

La seconda parte del seminario, prevedeva una Tavola Rotonda moderata dal Prof. Davide Pettenella alla quale anno partecipato : Nicola Merciari (Azzero CO2 - Mosaico verde), Carlo Manicardi (Phoresta onlus), - Marco Allocco (Pantaies), Fabio Petrella (IPLA - progetto Urban Forestry Torino) e Giorgio Pelassa (Regione Piemonte).>

I Migliori spunti emersi dalla tavola rotonda sono:
1)L’importanza della formazione nelle Aziende che hanno intenzione di intraprendere un percorso di riduzione delle emissioni e nello specifico la creazione di un decalogo di regole da seguire per la stesura dei NON Financial Report.
2) L'approvazione di Linee Guida istituzionali per il Mercato dei crediti di carbonio e dei servizi ecosistemici erogati dal Bosco e la creazione di un Marchio per il riconoscimento della qualità dei progetti.
3) Inserire la possibilità di compensare gli impatti che emergono dalle procedure di VIA e di VAS
4) La defiscalizzazione come alternativa all'acquisto dei crediti di carbonio forestali.

Le attività di monitoraggio dei progetti e di ricerca e analisi nel settore del Mercato dei crediti di Carbonio andranno avanti estendendo la ricerca anche alle aziende che hanno intenzione di ridurre le proprie emissioni o i propri impatti sul Capitale naturale.

Auspichiamo che l’attenzione ai progetti di compensazione nel settore forestale da parte del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare si riaccenda concretizzandosi con un riconoscimento istituzionale ai crediti generati da progetti forestali e agricoli realizzati sul territorio nazionale attraverso una definizione di Linee guida nazionali volte a garantire non solo la credibilità delle azioni di green marketing ma anche un concreto contributo alle politiche di lotta al cambiamento climatico, rendendo responsabili e partecipi i proprietari e gestori forestali, come già previsto dalla Legge n. 221 del 2015 e dal D.lgs. n. 34 del 2018.

Roma 07/01/2019

Nucleo Monitoraggio Carboni

 

Report Stato del mercato forestale del carbonio in Italia 2018 >>>

Scarica le presentazioni:

- Davide Pettenella - Tesaf >>>
- Lucia Perugini - CREA >>>
- Pinato Federico - Etifor >>>
- Saverio Maluccio - CREA >>>

 

 

Sei qui: Home News “Il mercato dei crediti di Carbonio forestali: uno strumento di lotta al cambiamento climatico e un’opportunità per il settore forestale”