Sherwood Foreste ed Alberi Oggi è un bimestrale a diffusione nazionale. Insieme al suo supplemento “Tecniko & Pratiko” si propone di favorire la divulgazione tecnica, scientifica e politica, trasversalmente al settore forestale italiano.

Sherwood e Tecniko & Pratiko sono disponibili sia in versione cartacea che in versione digitale.

Image

Sherwood 245
Marzo-Aprile 2020

L’“evento editoriale” che caratterizza il numero 245 di Sherwood è la ripubblicazione di un articolo di Giovanni Bernetti dal titolo: “Il trattamento a saltamacchione modificato”, uscito originariamente 37 anni fa sulla rivista “Monti e Boschi”!

Non si tratta di un escamotage per colmare la carenza di articoli originali, ma il risultato di una serie di considerazioni che questo articolo ha suscitato nella Redazione sull’innovazione in selvicoltura e sulla difficoltà (molto italiana!) di passare dalla teoria alla pratica. Per questo, oltre all’articolo, altri spazi editoriali sono stati dedicati a queste riflessioni, come: l’intervista allo stesso Bernetti, la tavolarotonda che raccoglie le opinioni di esperti pianificatori e selvicoltori che in questi 37 anni hanno lavorato, a vario titolo, nei cedui italiani e l’editoriale che non si occupa nello specifico di “saltamacchione modificato” ma spazia sulla generale difficoltà di diffondere l’innovazione nella gestione forestale. Ma su Sherwood 245 non si parla solo questo.

Tra le altre tematiche trattate, due contributi parlano di incendi: un articolo che descrive il processo decisionale per la pianificazione delle azioni di ripristino in seguito ai grandi eventi verificatisi in Piemonte nell’autunno 2017, mentre notizieingrafica riporta la sintesi di numerosi studi scientifici che evidenziano le sempre maggiori correlazioni tra cambiamenti climatici e aumento del pericolo incendi.

Molto attuale ed interessante anche l’articolo sulla diffusione del bostrico nei popolamenti colpiti da Vaia, che riporta i risultati dei monitoraggi compiuti durante il primo anno ed alcune riflessioni sui rischi futuri. Passando dalle foreste al verde urbano, la stabilità degli alberi è l’oggetto di un altro interessante contributo che vuole fare chiarezza sulle metodologie di rilievo dell’inclinazione del tronco e sulle relative diagnosi per stimare se una pianta inclinata sia effettivamente anche a rischio di caduta oppure no.

Utili spunti di riflessione sulla green economy anche da newood, che presenta una tipologia di pannelli derivanti dal riciclo di legno e gomma e sul postscriptum, dove si presenta il nuovo marchio “deforestazione zero” promosso dalla CE.

Un numero denso di contenuti vari e, crediamo, interessanti. Buona lettura!

Silvia Bruschini
Direttore editoriale di Sherwood

Image

Tecniko & Pratiko 146
Marzo-Aprile 2020

L’editoriale del numero primaverile di Tecniko & Pratiko è dedicato alle motoseghe a batteria. Hanno ormai preso campo nel mondo degli arboricoltori visti i noti vantaggi che sono in grado di portare all’operatore, come zero emissioni di gas di scarico, ridotte vibrazioni e rumorosità e, nel medio-lungo periodo, anche minori costi di esercizio. Riusciranno a prendere campo anche tra gli operatori forestali nelle utilizzazioni dei boschi governati a ceduo o nelle fasi di sramatura e depezzatura del legname?

La sezione “Macchine & Attrezzature” ospita due contributi. possiamo infatti trovare la presentazione della nuova motosega a batteria Stihl MSA 220 C-B e gli aggiornamenti da parte di EFESC Italia (European Forestry and Environmental Skills Council), che nello scorso autunno ha partecipato alla General Assembly e allo Standard Commettee dell’organizzazione europea.

In “Legno & Biomasse” si possono scoprire le caratteristiche tecniche della sega-spaccalegna Uniforest Titan 40/20 Premium, definita come una macchina eco-friendly grazie alla sua sega circolare che non richiede alcuna lubrificazione durante il funzionamento (a differenza delle macchine con installata una barra di motosega). Un contributo “Macchine dal Mondo”, invece, descrive la trinciatrice cingolata compatta Hurricane C300, in grado di operare anche in pendenze particolarmente importanti. In Sicilia si è svolto un progetto dal nome ForBioEnergy, che tra gli obiettivi ha visto la valorizzazione delle biomasse forestali residuali, in questo numero di T&P sono riportate, oltre alla presentazione del progetto, le opportunità per gli imprenditori forestali e le comunità locali. Sono inoltre presenti i risultati della 5° Asta del legname di pregio tenutasi lo scorso dicembre in Friuli Venezia Giulia. Chiude questa sezione la rubrica “Borsa Legno”, che riporta i prezzi dei boschi in piedi spuntati in varie realtà italiane nel corso del 2019.

La Rivista, come sempre, si conclude con la sezione “Verde Fuori Foresta” che vede un’”Opinione del Professionista” riguardante il Ronin Lift, un risalitore a batteria utile per fare meno fatica nelle operazioni di tree climbing quando si devono effettuare gli accessi sull’albero, e decisamente vantaggioso qualora si dovesse intervenire in situazioni di soccorso all’operatore in pianta.

 

 Francesco Billi