fbpx

Newood

Pannelli di legno decompensato

di Marco Togni

nw 3 prodotto pre industriale

Sottili pannelli a base di legno che si incurvano al variare dell’umidità. Utilizzati per realizzare oggetti che cambiano la propria forma tridimensionale in funzione delle condizioni ambientali, ad esempio per formare divisori per interni od oggetti per esterni che si aprono e chiudono da soli, opere d’arte o di design che si trasformano autonomamente.

Image

A cosa serve

I decompensati, ancora in fase di sperimentazione, sono stati ispirati da fenomeni che si ritrovano in natura come l’apertura e la chiusura delle “pigne” (si tratta del movimento delle squame alle variazioni di umidità in alcuni tipi di strobili) e promettono interessanti sviluppi in molte applicazioni nei settori più diversi dall’oggettistica all’edilizia. I pannelli hanno un comportamento responsivo ovvero che risponde alle variazioni delle condizioni ambientali (soprattutto l’umidità) con una deformazione. Possono essere utilizzati per generare aperture in pareti e controsoffitti nel momento in cui l’umidità ambientale diviene troppo elevata, chiudere strutture quando esposte all’acqua piovana,deformare pannelli in base all’irraggiamento solare, o anche per oggetti artistici in lento movimento.

Image

Valore

Il costo dipende dalla combinazione della scelta di: specie legnose, spessore dei fogli e adesivi. Se e quando verrà utilizzato per produzioni di oggetti in serie, si può supporre che i costi saranno simili a quelli del compensato sottile (ad es. per modellismo, di spessori anche inferiori al millimetro), a cui andrà aggiunto il valore delle lavorazioni di precisione e della progettazione del movimento (se necessari), che possiamo ipotizzare intorno a 5-10 volte il costo del materiale.

Image

Come si fa

nw3 Pannelli di legno decompensato nIl movimento dei decompensati è dato dalla variazione dell’umidità e dai conseguenti ritiri e rigonfiamenti del legno, che non vengono impediti, ma al contrario esaltati. Si ottiene incollando sottili fogli di legno sfogliato o tranciato, uno sull’altro, con la fibratura perpendicolare, a formare pannelli in cui la composizione degli strati è volutamente asimmetrica (foto 1) (al contrario dei normali pannelli di legno compensato che devono rispondere alle 3 regole – strati adiacenti a fibratura ortogonale, numero dispari di strati, loro simmetria rispetto allo strato centrale – per essere definiti tali).

I fogli possono essere di spessori e di specie diversi, sfruttando differenti densità e ritiri. In alternativa possono essere realizzati applicando su sottili fogli di legno, altri materiali insensibili all’umidità (ad es. strati sottili di materiali plastici, di metalli, ecc.) in modo da produrre un pannello composito.

Image

Da quale legno

Qualsiasi specie legnosa può essere impiegata come materia prima. Sono stati sperimentati principalmente pannelli con faggio, acero e abete rosso. Il fattore comune è la qualità del legname (senza caratteristiche inadatte come nodi, calli, colorazioni anomale, ecc.). Pur trattandosi di fogli sottili (ottenuti per tranciatura o sfogliatura), la scelta della specie, con la sua permeabilità, contribuisce a determinare la velocità di scambio di umidità con l’aria e quindi il tempo di risposta alla variazione delle condizioni ambientali.

Image

Dove

Prodotto recente, sperimentato diffusamente in laboratori di ricerca, in atelier di artisti e studi di design; finora utilizzato per piccole realizzazioni a carattere dimostrativo e divulgativo (in Francia, in Germania, in Gran Bretagna, in Spagna, in Norvegia, ecc.), è oggetto di prove anche nei laboratori-Legno del DAGRI dell’Università degli Studi di Firenze, in collaborazione con altri atenei.

Newood è una rubrica pubblicata sulla rivista Sherwood  - Foreste ed Alberi oggi a partire da gennaio 2018 con l’obiettivo di divulgare le potenzialità del legno e le innovazioni nella sua filiera.
Adesso Newood continuerà a presentare sul web prodotti o impieghi innovativi del legno, evidenziando le qualità di questo eccezionale materiale derivante dalla gestione forestale, moderno e con possibilità di sviluppo non inferiori ai materiali di sintesi o industriali, ma con un enorme vantaggio ecologico e ambientale.

Vedi i temi trattati su Newood >>>


Vedi i temi trattati su Newood >>>

Image

ULTIMI ARTICOLI e NOTIZIE

Altre news

Image

Compagnia delle Foreste logo91x70px

La nostra sede
Compagnia delle Foreste Srl
Via Pietro Aretino n. 8
52100 Arezzo (IT)

Contatti telefonici e fax
Tel. (2 linee): 0575.323504 / 0575.370846
Fax: 0575.370846

E-mail

Pec:

P. Iva e CF: IT01726650516
Codice Univoco: M5UXCR1

Seguici su

Publish modules to the "offcanvas" position.